CEI - Comitato Elettrotecnico Italiano

Esercizio degli impianti, sicurezza funzionale, prevenzione dei rischi di esplosione e incendio

Con il DPR 462/01 è stato introdotto l’obbligo, per il datore di lavoro, delle adeguate verifiche degli impianti ATEX nei luoghi con pericolo di esplosione. La messa in esercizio degli impianti in luoghi con pericolo di esplosione non può essere effettuata prima della verifica di conformità, effettuata dallo stesso installatore dell’impianto. Le direttive ATEX fissano come noto i requisiti che devono essere soddisfatti per garantire la sicurezza - delle strutture aziendali e dei lavoratori - in ambienti ove è presente il rischio di atmosfere potenzialmente esplosive: la corretta applicazione delle direttive ha un forte impatto sugli impianti industriali, sui sistemi di protezione e sulle attrezzature di lavoro. Le problematiche ATEX si vanno ad inserire in un contesto più ampio di salvaguardia delle maestranze coinvolte negli impianti a rischio: la Safety degli operatori (attiva e passiva) nei contesti industriali e le problematiche connesse ai dispositivi e alle soluzioni per l’antincendio, sinergiche e complementari a tutti gli altri sistemi di sicurezza.

Il convegno, coordinato in collaborazione del CEI (Comitato Elettrotecnico Italiano), si pone come obiettivo di evidenziare, per le diverse modalità di protezione citate, le corrette analisi della valutazione dei rischi, le normative di riferimento, la realizzazione degli interventi di adeguamento con l’adozione anche di provvedimenti impiantistici, grazie al contributo di case history dedicate che spazieranno dalle soluzioni ATEX ai sistemi antincendio, fino alle soluzioni per la sicurezza degli operatori coinvolti.